L’ AMMINISTRATORE DELEGATO: CHI È IL CEO E COSA FA

Tempo di lettura: 5 minuti

 Autore: Gabriele Gerzeli Magni

CEO è l’acronimo di Chief Executive Officer, una figura apicale che in italiano si traduce come amministratore delegato.

Chi è il CEO

L’amministratore delegato è forse il ruolo con minor necessità di presentazione: a questa figura di vertice sono demandate le maggiori responsabilità in termini di decisioni, strategie, obiettivi e gestione.

Chi è il CEO?

Il CEO ricopre il ruolo esecutivo più alto all’interno di una società e si occupa di prendere tutte le principali decisioni aziendali oltre ad essere il volto pubblico dell’azienda. Il suo ruolo però cambia in base alle dimensioni e alla struttura della società.

È disciplinato dall’art. 2381 c.c.: secondo il quale: Se lo stato o l’assemblea lo consentono, il consiglio di amministrazione può delegare proprie attribuzioni a un comitato esecutivo, composto da alcuni dei suoi componenti, o a uno o più dei suoi componenti, gli amministratori delegati (organi delegati).”

Quindi l’amministratore delegato è un componente del consiglio di amministrazione di una società per azioni, società di persone o altra azienda organizzata in modo analogo, al quale il consiglio stesso ha delegato propri poteri.

Nei vari ordinamenti può essere chiamato in modi diversi:

Diversi modi di chiamare il consiglio di amministrazione per paesi

Che differenza c’è tra il CEO e altre figure

Presidente consiglio di amministrazione vs CEO

In alcuni casi coincidono, in altri no. Ad esempio, in una società composta da più rami d’azienda, potrebbe esserci un amministratore delegato a capo di più presidenti, ognuno responsabile di una divisione specifica.

Nel caso di una società senza rami, potrebbe invece essere presente una persona che assume sia il ruolo di CEO che di presidente, oppure solo quello di CEO.

CFO vs CEO

I ruoli devono essere distinti. Il CFO è incaricato della gestione e della pianificazione delle attività finanziarie di un’azienda. Si occupa della gestione finanziaria basandosi su analisi di mercato, proiezioni e previsioni, in collaborazione con altri membri di alto livello all’interno dell’azienda.

È subordinato al CEO e potrebbe anche far parte del consiglio di amministrazione. Entrambi sono ruoli di alto livello e di grande importanza e sono strettamente connessi tra di loro.

Per approfondire il ruolo del CFO ti consigliamo di leggere l’articolo dedicato qui.

Amministratore unico vs CEO

Quando si parla di amministratore unico, ci si riferisce a un unico individuo che assume sia il ruolo di amministratore sia di delegato e svolge le funzioni precedentemente elencate. Di conseguenza, non vi è alcuna differenza sostanziale tra i due termini. L’espressione “amministratore unico” non viene utilizzata quando un’azienda nomina più di un CEO.

Direttore generale vs CEO

Sono due ruoli diversi:

  • il direttore generale è il leader degli altri responsabili e/o supervisori, ha compiti che riguardano la guida e le operazioni, ed è sotto l’autorità del CEO. È un dipendente dell’azienda di cui è il responsabile generale. Per approfondire il suo ruolo ti consigliamo di leggere l’articolo dedicato al direttore generale;
  • l’amministratore delegato è un gestore che risponde esclusivamente ai proprietari/azionisti.
Mappa con evidenza del ruolo del CEO

Quali sono i suoi compiti?

I suoi compiti dipendono dalla dimensione della struttura:

  • grandi aziende: strategia ad ampio spettro, rapporti istituzionali, operazioni e accordi straordinari sia finanziari che operativi;
  • nelle piccole e medie imprese: opera nel day-by-day a più stretto contatto con le altre funzioni manageriali.

In generale l’amministratore delegato ha compiti di:

  • rappresentanza: è il rappresentante legale della società stessa ed esercita il potere di firma, agendo per conto o in nome della società;
  • direzione: è la figura preposta a prendere le decisioni più importanti e monitorare l’intera attività per avere consapevolezza dell’intero business. In linea generale dovrà scegliere le strategie per aumentare il fatturato di anno in anno;
  • gestione della società: è la persona che ha una visione completa al 100% di tutta l’azienda. Infatti, dovrà:
    • decidere quali e quante risorse saranno dedicate ai processi aziendali;
    • valutare gli accordi con altre aziende e i vari stakeholder;
    • effettuare eventuali operazioni straordinarie;
    • individuare come organizzare l’azienda.
Quali sono i compiti del CEO

Inoltre, svolge altri tre ruoli fondamentali:

Per svolgere un ruolo di questa portata, è importante che il CEO abbia conoscenze di gestione aziendale acquisite attraverso l’esperienza sul campo supportate da una formazione apposita.

Chi lo nomina?

Viene eletto tramite una delega del consiglio di amministrazione, il quale si rinnova ogni tre anni.

La delega deve essere consentita dai soci attraverso lo statuto o assemblea ordinaria tramite delibera consiliare. Deve essere molto specifica e dettagliata esprimendo: contenuto, limiti e modalità di esercizio.

Non possono essere delegate:

  • la facoltà di emettere obbligazioni convertibili;
  • la redazione del bilancio di esercizio;
  • la facoltà di aumentare il capitale sociale;
  • gli adempimenti relativi alla riduzione del capitale sociale per perdite;
  • la redazione del progetto di fusione e scissione con altre società.

Quali sono le sue responsabilità?

Data l’importanza del loro ruolo, possono essere oggetti di azione di responsabilità e sono responsabili:

  • nei confronti della società, per l’inosservanza dei loro doveri;
  • nei confronti dei creditori sociali, per l’inosservanza della conservazione dell’integrità patrimoniale.

Per approfondire al meglio la responsabilità dell’amministratore delegato ti consigliamo di leggere l’articolo relativo agli amministratori qui.

Immagine con 4 punti di domanda

Alcune domande sul CEO

Al di sopra dell’amministratore delegato (CEO) potrebbe esserci il consiglio di amministrazione o i soci proprietari, a seconda della struttura dell’azienda.

Ci sono poi altre figure di rilievo che lavorano a stretto contatto con il CEO che possono essere considerate come complementari alla posizione del CEO.

Non è detto che sia solo uno, possono essere di più all’interno della stessa società o del consiglio.

Di solito, nella maggior parte dei casi, un’azienda ha un solo CEO. Questo è comune soprattutto per le aziende di medie e piccole dimensioni, e spesso anche per quelle più grandi, ma possono essere più di due in grandi aziende multinazionali.

La norma stabilisce che la definizione della remunerazione degli amministratori della società spetta ai soci, durante la fase di costituzione della società o in occasione dell’assemblea.

Perché FareNumeri?

Pensiamo sia il modo migliore per farci conoscere.

Se l’articolo che hai letto ha risolto il tuo dubbio siamo contenti, per noi è una soddisfazione ogni volta. Se invece, il tuo problema è complesso e non riesci a risolverlo da solo, clicca qui sotto.

Contattaci

Foto autore Gabriele Gerzeli

Gabriele Gerzeli Magni

Laureato in economia aziendale e studente magistrale in amministrazione, controllo e professione. Tramite articoli di valore guido le persone verso una migliore comprensione delle sfide e delle opportunità nel mondo economico-aziendalistico aiutandole a prendere decisioni informate.

 Profilo Linkedin

Potrebbero interessarti anche: