STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI ATTIVI: CONTABILITÀ E BILANCIO

Tempo di lettura: 3 minuti

Uno strumento finanziario derivato è un contratto con le seguenti caratteristiche:

  • il suo valore varia come conseguenza della variazione di:
    • un determinato tasso di interesse;
    • prezzo di strumenti finanziari;
    • prezzo di merci;
    • tasso di cambio;
    • indice di prezzo o di tasso;
    • eccetera;
  • non richiede un investimento netto iniziale o comunque minore di quanto sarebbe richiesto per altri tipi di contratti in grado di generare effetti analoghi;
  • è regolato a data futura.

Gli strumenti finanziari derivati attivi hanno un fair value positivo alla data di valutazione.

Gli strumenti finanziari derivati attivi nello stato patrimoniale
OIC: organismo italiano di contabilità

Gli strumenti finanziari derivati attivi sono definiti nella pubblicazione OIC 32, al cui interno si trovano indicazioni relative alle specifiche situazioni. I corsivi presenti all’interno del presente articolo sono citazioni riportate da tale pubblicazione.

Classificazione tra attivo circolante e immobilizzazioni finanziarie

In base allo schema di stato patrimoniale civilistico (2424) gli strumenti finanziari derivati attivi sono esposti in due sezioni dello in stato patrimoniale nell’attivo circolante o nelle immobilizzazioni finanziarie in base alla loro natura e destinazione.

La classificazione tra immobilizzazioni finanziarie ed attivo circolante degli strumenti finanziari derivati con fair value positivo alla data di valutazione dipende dalle seguenti considerazioni:

  • uno strumento finanziario derivato di copertura dei flussi finanziari o del fair value di un’attività segue la classificazione, nell’attivo circolante o immobilizzato, dell’attività coperta;
  • uno strumento finanziario derivato di copertura dei flussi finanziari e del fair value di una passività classificata oltre l’esercizio successivo, è classificato nell’attivo immobilizzato;
  • uno strumento finanziario derivato di copertura di flussi finanziari e del fair value di una passività classificata entro l’esercizio successivo, un impegno irrevocabile o un’operazione programmata altamente probabile è classificato nell’attivo circolante;
  • uno strumento finanziario derivato non di copertura è classificato nell’attivo circolante.

Effetti nel conto economico

Salvo poche eccezioni, la variazione di fair value degli strumenti finanziari derivati (attivi e passivi) è esposta nel conto economico nella sezione D) “Rettifiche di valore di attività e passività finanziarie” nelle relative voci previste dall’articolo 2425 del codice civile:

D) 18) d) rivalutazione di strumenti finanziari derivati

In questa voce sono inserite:

  • le variazioni positive di fair value degli strumenti finanziari derivati non di copertura computate in sede di valutazione successiva e al momento dell’eliminazione contabile del derivato;
  • gli utili derivanti dalla componente inefficace della copertura nell’ambito di una copertura dei flussi finanziari;
  • le variazioni positive derivanti dalla valutazione dell’elemento coperto e le variazioni positive derivanti dalla valutazione dello strumento di copertura nell’ambito di una copertura di fair value.

D) 19) d) svalutazione di strumenti finanziari derivati

In questa voce sono inserite:

  • le variazioni negative di fair value degli strumenti finanziari derivati non di copertura computate in sede di valutazione successiva e al momento dell’eliminazione contabile del derivato;
  • le perdite derivanti dalla componente inefficace della copertura nell’ambito di una copertura dei flussi finanziari;
  • le variazioni negative derivanti dalla valutazione dell’elemento coperto e le variazioni negative derivanti dalla valutazione dello strumento di copertura nell’ambito di una copertura di fair value.

Rilevazione iniziale e valutazione successiva

Gli strumenti finanziari derivati (attivi e passivi) sono rilevati inizialmente nel sistema contabile alla data di sottoscrizione del contratto, al sorgere dei relativi diritti ed obblighi.

Ai sensi di quanto previsto dall’articolo 2426, “gli strumenti finanziari derivati, anche se incorporati in altri strumenti finanziari derivati, sono iscritti al fair value”.

Gli strumenti finanziari derivati sono valutati al fair value sia alla data di rilevazione iniziale sia ad ogni data di chiusura del bilancio. L’appendice B del presente principio contabile OIC 32 indica i criteri per la valutazione al fair value degli strumenti finanziari derivati.

Bilanci abbreviati e delle micro-imprese

In base all’art.2435-bis bilancio in forma abbreviata e anche dell’art.2435-ter bilancio delle micro-imprese, lo stato patrimoniale comprende solo le voci contrassegnate nell’art. 2424 con lettere maiuscole e con numeri romani”.

Pertanto, non è richiesta la puntuale indicazione degli strumenti finanziari derivati attivi che sono quindi collocati, a seconda dei casi, nelle immobilizzazioni finanziarie o nell’attivo circolante.

Problema risolto?

Ormai siamo tutti abituati a cercare su internet un po’ di tutto. Con pochi click puoi raggiungere tutte le informazioni del mondo. Ma per fare un lavoro, non sempre basta la conoscenza. Molto spesso devi avere anche gli strumenti giusti e l’aiuto di qualcuno con un po’ di esperienza. In questo modo puoi evitare gli errori da principiante. 

Per andare sul sicuro, e migliorare i sistemi di controllo della tua impresa, contattaci.

autore-giuseppe-brusadelli

Giuseppe Brusadelli

Da piccolo appassionato di numeri e matematica, da grande specializzato in finanza e controllo di gestione.

Potrebbero interessarti anche: