LEVA OPERATIVA: COS’È E COME SI CALCOLA

Tempo di lettura: 5 minuti

La leva operativa è un indice che ti permette di valutare la gestione caratteristica della tua impresa.

Leva operativa: significato, definizione, formula e esempio di calcolo

Ti sei mai chiesto quanto incidano i costi fissi in azienda? Meglio averli più alti o più bassi dei variabili? Se già ti stai ponendo queste domande, sei sulla strada giusta. Ora ti servono le risposte e questo post te le può dare.

Leva operativa: definizione e significato

Ti sei mai posto la domanda riguardo a cosa accadrebbe se il tuo fatturato scendesse improvvisamente? 

Ecco dunque il suo significato: essere un indicatore in grado di fornire una valutazione del rischio impersonato dal calo di fatturato. 

Per definizione, la leva operativa si trova attraverso il rapporto tra:

Leva operativa: formula di calcolo

La leva operativa ha una formula che prevede la divisione di 2 fattori:  

  • dividendo: margine di contribuzione
  • divisore: reddito operativo
La formula per il calcolo della leva operativa

Volendo, i due fattori possono essere a loro volta scomposti in altre componenti: 

  • ricavi
  • costi variabili
  • costi fissi caratteristici
Formula alternativa per il calcolo della leva operativa
Schema di riepilogo della leva operativa

Nella formula dunque, il ruolo di spartiacque è ricoperto dai costi fissi. In che modo il loro valore e la loro incidenza, possono condizionare la situazione della tua azienda?

Leva operativa: valutazione del grado

Bene, ora che sai con quale formula si calcola, andiamo a vedere come si interpreta il suo risultato: il grado di leva operativa.

Poco fa ti ho detto che lo spartiacque nella formula di leva operativa è rappresentata dai costi fissi. A seconda se questi siano più o meno elevati rispetto ai  osti variabili, inizialmente avrai una tra queste 2 situazioni:

  • grado leva operativa alto = + costi fissi; – costi variabili
  • grado leva operativa basso = – costi fissi; + costi variabili

Hai calcolato la tua leva operativa? Quale di questi 2 risultati ti è venuto fuori? Che cosa significa? Calma, calma! Non andare nel panico. Infatti entrambe le situazioni presentano un lato positivo e uno negativo. L’importante è conoscerli. 

Grado alto

Più il grado è alto, più i tuoi costi fissi hanno un’elevata incidenza sul reddito dell’azienda. 

Significato: i cambi di fatturato hanno forti ripercussioni sul reddito operativo, quindi suoi tuoi guadagni

  • se il fatturato aumenta, anche il reddito operativo aumenta in maniera importante. Insomma, le tasche della tua azienda si riempiono più in fretta
  • se il fatturato diminuisce, anche il reddito operativo diminuisce velocemente, rischiando di diventare negativo. Se è il tuo caso, è meglio riflettere su una possibile soluzione!

Grado basso

Più il grado è basso, allora saranno i tuoi costi variabili a erodere la ricchezza portata dai ricavi. 

Significato: positive o negative, le fluttuazioni di fatturato avranno meno effetti diretti sul tuo reddito operativo

  • se il fatturato diminuisce, niente panico. Il reddito operativo non ne risente particolarmente, dato che i costi fissi non gravano in maniera importante su di esso
  • se il fatturato aumenta, evita di stappare una bottiglia di champagne. In concomitanza cresceranno i costi variabili, già di per sé elevati. Guadagnerai qualcosina, ma nulla da permetterti quella villa alle Bahamas che ti piace tanto.

Un’altro effetto leva molto importante è quello che sono in grado di creare i debiti. In questo caso di parla di leva finanziaria ,ovvero lo strumento che permette di calcolare l’indebitamento di un’attività e l’effetto di ciò sul rendimento aziendale.

In questo post ho racchiuso una sintesi con gli aspetti più rilevanti da cui partire. Se queste tematiche ti interessano ti invito a seguire i nuovi articoli del blog, iscrivendoti per ricevere gli aggiornamenti mensili e anche sul canale YouTube.

autore-giuseppe-brusadelli

Giuseppe Brusadelli

Da piccolo appassionato di numeri e matematica, da grande specializzato in finanza e controllo di gestione.

Potrebbero interessarti anche: