MEZZI PROPRI

Tempo di lettura: 1 minuto

I mezzi propri sono una grandezza dello stato patrimoniale riclassificato che esprime la parte di fonti di finanziamento che fa capo alla società, ovvero ai soci proprietari.

Il valore dei mezzi propri corrispondente è quasi sempre al patrimonio netto.

Cosa comprendono i mezzi propri

I mezzi propri si contrappongono ai mezzi di terzi che, invece, raccolgono le altre fonti di finanziamento esterne.

SINONIMIsono grandezze equivalenti a MEZZI PROPRI:

  • capitale proprio;
  • capitale netto;
  • patrimonio netto;
  • capitale di rischio.

Differenza tra mezzi propri e patrimonio netto

Alcuni autori escludono dai mezzi propri la quota di utili da distribuire nei i 12 mesi successivi.

Tuttavia, tale distinzione non è presente nei prospetti del bilancio civilistico, perciò l’interpretazione prevalente è di considerare tutti gli utili all’interno del capitale proprio.

Un’altra differenza riguarda la presenza di crediti verso soci per versamenti ancora dovuti che, nei rari casi in cui sono presenti in bilancio, vanno sottratti al patrimonio netto.

Calcolo dei mezzi propri

Fatte queste precisazioni, si può asserire che i mezzi propri si misurano come nel calcolo del patrimonio netto, a cui bisogna sottrarre eventuali crediti verso soci per versamenti ancora dovuti.

Nei casi in cui si ha conoscenza della delibera di distribuzione di utili, occorre tenere conto anche di tale elemento.

Formula per il calcolo dei mezzi propri

Bibliografia

Segui FareNumeri su Linkedin

Commenta e condividi i nostri articoli e video, aiutaci a divulgare la cultura dei numeri nelle scelte gestionali delle PMI.
autore-giuseppe-brusadelli

Giuseppe Brusadelli

Da piccolo appassionato di numeri e matematica, da grande specializzato in finanza e controllo di gestione.

Potrebbero interessarti anche: