INDICE DEI DEBITI A BREVE TERMINE SUL FATTURATO

Tempo di lettura: 2 minuti

Autore: Luigi Brusa

È un particolare indice, non molto usato nelle analisi di bilancio, che pone a confronto la fonte di finanziamento debiti a breve termine con la grandezza che più di ogni altra esprime il volume di attività dell’azienda, cioè i ricavi di vendita.

Come si calcola

La formula di calcolo è la seguente:

Formula per il calcolo dei debiti a breve termine sul fatturato

Al numeratore compaiono i debiti esigibili entro l’esercizio successivo e accolti nel passivo dello stato patrimoniale.

Al denominatore troviamo invece i ricavi di vendita di beni e/o servizi di un determinato esercizio, accolti nel conto economico.

Come si interpreta

L’indice non esprime un sintomo immediato e diretto di equilibrio/squilibrio. Un’interpretazione può essere questa: in che misura % il capitale di terzi esigibile in tempi brevi contribuisce a finanziare il volume di attività dell’azienda, espresso dai ricavi di vendita.

Ciò rientra in un ragionamento più ampio, che riguarda tutto il capitale di terzi (esigibile a breve e a medio-lungo termine), la cui incidenza % sui ricavi, se sale troppo, può far lievitare l’incidenza degli oneri finanziari sui ricavi a livelli che compromettono la possibilità di rimunerare congruamente il capitale proprio con il risultato netto d’esercizio.

Alcuni ritengono che, se si considerano al numeratore sia i debiti a breve che quelli a medio-lungo termine, l’indice debba restare aldisotto del 100%. Ovviamente, se l’indice è quello della formula di cui sopra (debiti a breve/fatturato x 100), il livello si abbassa in funzione del peso dei debiti a breve sul totale dei debiti.

Tabella che spiega l'effetto controintuitivo che ha per l'impresa il valore dell'indice

Un’altra interpretazione potrebbe essere questa: in che misura le esigenze di pagamento dei debiti a breve possono essere soddisfatte dalle entrate ottenibili con i ricavi di vendita (cioè con il loro incasso). Se il rapporto aumenta, in prima battuta ciò significa un peggioramento delle condizioni di liquidità.

Tuttavia, si tratta di un indice che, come altri, va opportunamente analizzato, per non trarre conclusioni affrettate.

Segui FareNumeri su Linkedin

Commenta e condividi i nostri articoli e video, aiutaci a divulgare la cultura dei numeri nelle scelte gestionali delle PMI.
Autore Luigi Brusa

Luigi Brusa

Autore di numerosi testi sui sistemi di controllo e professore emerito presso Università degli Studi di Torino.

 Profilo Linkedin

Potrebbero interessarti anche: