CREDITI TRIBUTARI: CONTABILITÀ E BILANCIO

Tempo di lettura: 2 minuti

I crediti tributari sono iscritti nell’attivo di stato patrimoniale (2424). Si tratta di una voce che include gli importi certi e determinati sui quali la società ha maturato un diritto di rimborso o compensazione nei confronti dell’erario.

La voce crediti tributari nello stato patrimoniale civilistico

Principio contabili OIC 25

Attraverso i principi contabili, la fondazione OIC interpreta le normative e indica le regole tecnico-contabili da applicare alla redazione dei bilanci.

OIC: organismo italiano di contabilità

crediti tributari sono definiti nella pubblicazione OIC 25, al cui interno si trovano indicazioni relative alle specifiche situazioni. I corsivi presenti all’interno del presente articolo sono citazioni riportate da tale pubblicazione.

Quali sono i crediti tributari

Esempi di crediti tributari sono: i crediti per eccedenze d’imposte correnti per i quali è stato richiesto il rimborso; l’IVA a credito da portare a nuovo; le ritenute a titolo di acconto subite all’atto della riscossione di determinati proventi; gli acconti eccedenti il debito tributario per imposte correnti.

Distinzione rispetto alle imposte anticipate

L’articolo 2424 del codice civile prevede che, nello stato patrimoniale, le attività correlate alle imposte correnti e alle imposte anticipate siano rilevate rispettivamente nelle seguenti voci:

La voce CII5-ter “imposte anticipate” accoglie le attività per le imposte anticipate determinate in base alle differenze temporanee deducibili negli esercizi successivi o al riporto a nuovo delle perdite fiscali. Per le imposte anticipate non è fornita l’indicazione separata di quelle esigibili oltre l’esercizio successivo.

Compensazione tra debiti e crediti tributari

In molti casi, la legislazione fiscale permette alla società di compensare i debiti e crediti tributari e, di conseguenza, regolare l’operazione mediante un unico pagamento. Ai fini della classificazione in bilancio, la società effettua la compensazione dei crediti e debiti tributari solo se:

  • ha un diritto legale a compensare gli importi rilevati in base alla legislazione fiscale;
  • intende regolare i debiti e i crediti tributari su base netta mediante un unico pagamento.

Crediti tributari nel bilancio abbreviato

Ai sensi dell’articolo 2435-bis del codice civile, nel bilancio in forma abbreviata “lo stato patrimoniale comprende solo le voci contrassegnate nell’art. 2424 con lettere maiuscole e con numeri romani”. Pertanto, in detto bilancio, la voce CII 5-bis “crediti tributari” è esposta, insieme alla voce CII-ter “imposte anticipate”, nell’attivo dello stato patrimoniale sotto la voce CII “Crediti”.

Problema risolto?

Ormai siamo tutti abituati a cercare su internet un po’ di tutto. Con pochi click puoi raggiungere tutte le informazioni del mondo. Ma per fare un lavoro, non sempre basta la conoscenza. Molto spesso devi avere anche gli strumenti giusti e l’aiuto di qualcuno con un po’ di esperienza. In questo modo puoi evitare gli errori da principiante. 

Per andare sul sicuro, e migliorare i sistemi di controllo della tua impresa, contattaci.

autore-giuseppe-brusadelli

Giuseppe Brusadelli

Da piccolo appassionato di numeri e matematica, da grande specializzato in finanza e controllo di gestione.

Potrebbero interessarti anche: