I 4 NUMERI CHE OCCORRE ASSOLUTAMENTE SAPERE DELLA PROPRIA AZIENDA

Tempo di lettura: 2 minuti

Approfondire le tematiche di redditività, parlare di Margine Operativo Lordo o di altri indicatori ricavati dai numeri del bilancio, può apparire ad alcuni un esercizio accademico, qualcosa di complicato e non indispensabile nel bagaglio di conoscenze di un imprenditore.

i-numeri-che-devi-sapere-della-tua-azienda

Per le banche o le agenzie di informazioni sul credito, certi parametri sono come il metro per il muratore o la bilancia per il salumiere, strumenti che utilizzano per misurare il grado di solvibilità di un’azienda, ovvero la sua capacità di onorare i debiti.

Da qualche tempo c’è un altro importante attore sul mercato del credito che esprime giudizi (Rating) sul merito di credito delle aziende: il fondo Centrale di Garanzia per le PMI.

Ci sono 2 validi motivi per parlare del Fondo di garanzia:

  1. è un strumento a basso costo ma molto efficace per negoziare credito con le banche
  2. ha un sistema di rating trasparente

La negoziazione del credito è una partita che si gioca su tre livelli: ottenere credito, ottenerlo a condizioni vantaggiose e come ultimo obiettivo riuscire ad ottenere credito a condizione vantaggiose e senza fidejussioni e altre garanzie personali, ma di questo tocca parlarne un’altra volta.

Per oggi è più utile focalizzare l’attenzione sul sistema di Rating adottato dal Fondo di Garanzia, ovvero prima si conosce lo strumento poi lo si utilizza per negoziare credito.

I valori che determinano l’ammissibilità o meno al Fondo di Garanzia sono i seguenti:

A) (Mezzi propri + Debiti M/L) / Immobilizzazioni

B) Mezzi propri / Tot. passivo

C) Margine Operativo Lordo (MOL) / Oneri finanziari lordi

D) Margine Operativo Lordo (MOL) / Fatturato

Lo sforzo di apprendimento che serve per padroneggiare questi 4 dati non è affatto proibitivo. Certo bisogna metterci un po’ la testa e occorre ritagliarsi un attimo di tempo. Chi ha il compito di governare un’azienda deve necessariamente fare questo sforzo.

I “rubinetti” che si chiudono, sono spesso conseguenza di “cattive pratiche” operata da “cattive banche”, tuttavia capita anche che taluni imprenditori si illudano di poter guidare un’azienda potendo fare a meno di accrescere determinate competenze. A quel punto interviene il “cattivo mercato” che di questi tempi offre poca ospitalità all’improvvisazione.

Ma quanto tempo occorre dedicarci?

Il tempo che serve a far 4 conti bene è lo stesso che si impiega per farli con approssimazione, anche meno. Dunque serve un po’ di studio, per comprendere il lavoro e decidere se internamente all’azienda ci sono tutte le competenze per farlo oppure se serve una spinta iniziale dall’esterno… nel qual caso “fatemi un fischio”.

Lavoro con le PMI da molti anni e conosco bene le difficoltà che ci sono all’interno delle piccole realtà aziendali. Se questo articolo ti è stato d’aiuto, ti invito a lasciare la tua mail per iscriverti alla newsletter mensile oppure seguimi sul canale YouTube per restare aggiornato sulla pubblicazione dei prossimi articoli. Farò di tutto per continuare a parlarne in modo semplice e comprensibile.

Questo post su i 4 numeri che occorre assolutamente sapere della propria azienda è stato scritto da Giuseppe Brusadelli, specialista in finanza e controllo di gestione. Da 22 anni lavoro nel settore finanziario e quotidianamente offro supporto e assistenza alle PMI. Questo blog nasce dall’idea di condividere tematiche aziendali con imprenditori che non hanno alle spalle una formazione economica. Oggi non basta più avere un buon prodotto, occorre essere attivi e rinnovarsi costantemente. Le scelte imprenditoriali si fondano sempre sul rapporto costo/beneficio, una questione di numeri con cui è bene familiarizzare… un post alla volta.

autore-giuseppe-brusadelli