bandiera-italiana

CASH FLOW O FLUSSO DI CASSA: COS’È?

Il Cash Flow, o flusso di cassa, descrive la quantità totale di denaro entrato e uscito dall’azienda nel corso dell’anno. Il suo risultato finale, ovvero la somma algebrica tra entrate e uscite di denaro, ha effetto sul valore della liquidità in Stato Patrimoniale: 

  • se positivo, la liquidità è aumentata rispetto all’anno precedente
  • se negativo, la liquidità è diminuita rispetto all’anno precedente

1. Cash flow: definizione

Il Cash Flow è la descrizione dei flussi di cassa nel corso dell’esercizio, dal primo gennaio al 31 dicembre. I flussi di cassa sono le entrate e le uscite di denaro:

  • se le entrate sono superiori alle uscite è positivo
  • se le uscite sono superiori alle entrate è negativo

Il documento che di solito le aziende utilizzano per il calcolo del cash flow è il rendiconto finanziario.

2. Cash flow operativo

Il Cash Flow operativo rappresenta la parte riguardante i flussi di cassa legati alla Gestione Caratteristica dell’azienda. Si calcola dunque prendendo in esame solo alcune voci di Conto Economico e alcune voci di Stato Patrimoniale. Tali voci devono essere legate alla produzione.

Per ottenerlo, si devono sommare al Reddito Operativo: 

  • i costi operativi NON monetari (ovvero che non muovono la cassa)
  • le variazioni di crediti e debiti in Stato Patrimoniale. Meglio evitate l’inserimento di crediti e debiti bancari, in quanto NON operativi 

Il risultato del Cash Flow Operativo si ottiene così attraverso la seguente formula: 

cash-flow-operativo-calcolo

3. Cash flow: formula e calcolo

Se si volesse invece calcolare il Cash Flow totale, e non solo quello operativo, bisogna considerare altre voci contenute nel Conto Economico e nello Stato Patrimoniale. Iniziamo dividendolo in diverse parti, a seconda della gestione di flussi di cassa che si va a calcolare: 

Il calcolo completo del cash flow totale

Ricordati che per poter effettuare un tale calcolo, la riclassificazione del bilancio è fondamentale. Una volta ottenuto il risultato totale, va sommato alla liquidità del 1° gennaio di Stato Patrimoniale, al fine di ottenere quella del 31 dicembre: 

cash-flow-per-liquidità-totale

4. Flussi di cassa perché sono importanti?

Riuscire a calcolarlo, anche in maniera approssimativa, permette all’imprenditore di:

  • capire le dinamiche della cassa
  • analizzare la gestione del proprio circolante (debiti, crediti e magazzino)
  • programmare futuri investimenti e finanziamenti

Conoscerne il valore, permette un’analisi più approfondita del semplice calcolo dell’utile. Capita spesso che molte aziende che terminano l’anno in utile, abbiano un Cash Flow a malapena in pareggio. Ciò si deve a: 

  • cattiva gestione del circolante
  • crescita incontrollata
  • rimborsi di finanziamenti troppo onerosi
  • mancata programmazione delle azioni 

Questo articolo è stato scritto da Igor Zardoni

Potrebbero interessarti anche:

Iscriviti per non perdere i prossimi articoli!
Rispettiamo la tua privacy